OMEGA

Oggetto

Modelli organizzativi per l’efficienza delle aziende agricole umbre

Partenariato
  • Organizzazione dei Produttori Olivicoli dell’Umbria soc. coop. agricola -ASSOPROL Umbria Soc. Coop.
  • Tenute del Cerro S.p.a. – Società Agricola
  • Titignano Agricola S.p.A.
  • Monini S.P.A
  • Brugnoni Società Agricola Semplice
  • Azienda Agricola Palazzone di Dubini Locatelli
  • La Margherita Società Semplice Agricola
  • Azienda Agraria Cerqua Cottora di Mario Lombardini & C.
  • Azienda Agricola le Mandrie S.r.l.
  • Girolami Giorgio
  • Saladino Pierfrancesco
  • Consorzio Forestale La Faggeta
  • CIA Umbria Servizi all’impresa s.r.l.
  • AIEL – Associazione Italiana Energie Agroforestali
  • CNR
  • Istituto per i Sistemi Agricoli e Forestali del Mediterraneo del CNR
  • CNR – ISTITUTO DI BIOSCIENZE E BIORISORSE
  • Università degli studi di Perugia
  • Università degli Studi di Perugia – DSA3
  • Università degli Studi di Perugia- Dipartimento di Ingegneria civile ed ambientale (DICA)
Obiettivi

L’obiettivo principale del progetto è quello di introdurre una serie di modelli riguardanti diverse attività sostanziali delle aziende agricole umbre, quali la gestione organizzativa, energetica, fitosanitaria e quella di importanti coltivazioni regionali e dei loro prodotti, come l’olivo e l’olio, nonché la diversificazione delle attività attraverso l’introduzione di nuove coltivazioni. Il tutto in un’ottica di sinergia e complementarietà e con un unico concetto generale alla base del progetto che contraddistingue tutti i modelli proposti: miglioramento delle prestazioni economiche/ammodernamento delle strutture e, allo stesso tempo, forte attenzione alla sostenibilità ambientale delle attività svolte e forte trasferibilità dei modelli proposti a tutte le aziende umbre.

Il progetto si basa sullo sviluppo di diversi modelli organizzativi rappresentati da altrettante Task che si prefiggono di perseguire i seguenti obiettivi specifici:

  • Task 1 – Sviluppo e attuazione di un modello/sistema organizzativo e gestionale innovativo avente lo scopo di ottimizzare le prestazioni economiche ed ambientali delle imprese.
  • Task 2 – Introduzione di uno strumento innovativo per migliorare l’efficienza energetica e, quindi, aumentare la competitività (riduzione dei costi) e la sostenibilità economica ed ambientale (riduzione dei consumi di fonti energetiche fossili principale causa dei cambiamenti climatici) delle aziende.
  • Task 3 – Riduzione dell’inquinamento puntiforme dovuto alla cattiva gestione dei residui di fine trattamento (acque di lavaggio e miscela residua del carrobotte).
  • Task 4 – Definizione di nuove forme di design, sia a livello di comunicazione che a livello di packaging, coerenti con il restyling identitario promosso dalla Regione Umbria con l’introduzione del Bollo Rosso ovvero capaci di caricare i prodotti agricoli coinvolti con il valore aggiunto dell’appartenenza territoriale.
  • Task 5 – Espansione della coltivazione dell’olivo mediante l’utilizzo di un modello di gestione dei nuovi impianti intensivi (300-400 piante/ha), realizzati con le varietà umbre più importanti e più in generale con tutte le varietà, che permette di ridurre significativamente il tempo per raggiungere la piena produzione.
  • Task 6 – Espansione della coltivazione dell’olivo mediante l’utilizzo di modelli di impianto ad alta densità, utilizzando sia varietà umbre sia varietà italiane.
  • Task 7 – Aumento della produttività e sostenibilità degli oliveti esistenti, mediante l’introduzione di innovazioni nella tecnica colturale.
  • Task 8 – Introduzione in azienda di innovazioni utili allo sviluppo di nuove tipologie di olio di oliva extravergine di alta qualità, coerenti con le risorse genetiche e ambientali del territorio umbro e compatibili con la rinnovata organizzazione aziendale (es. oli a valenza territoriale).
  • Task 9 – Miglioramento della shelf life di oli extravergini di oliva umbri di alta qualità.
  • Task 10 – Creazione di un modello per la diversificazione delle tipologie e della qualità dei prodotti legnosi.
  • Task 11 – Diversificazione delle attività mediante l’introduzione di specie per la produzione di frutta secca.
Attività

Le attività progettuali prevedono lo sviluppo delle Task sopra citate.

Risultati attesi

Migliorare la sostenibilità economica ed ambientale dalle aziende agricole umbre, attraverso l’introduzione di modelli innovativi che incidano in maniera positiva su aspetti fondamentali delle attività svolte, quali la gestione organizzativa, energetica, fitosanitaria e quella di importanti comparti come la filiera olivicola, fornendo anche indicazioni sull’introduzione di nuove coltivazioni per una diversificazione delle attività produttive.